Il 20 maggio a Firenze una fiaccolata e una veglia di preghiera ricorderanno tutte le vittime dell’omofobia

Mercoledì 20 maggio a Firenze per il nono anno consecutivo comunità e associazioni cattoliche, battiste, valdesi, e anglicane si riuniranno in veglia per ricordare le vittime dell’omofobia e transfobia. L’appuntamento quest’anno si svolgerà presso la chiesa Battista in via Borgo Ognissanti n.4 e sarà preceduto da una fiaccolata che avrà inizio in piazza S.S. Annunziata alle ore 20.15 e si concluderà nel tempio Battista alle 21. Durante il percorso, che attraverserà il centro storico fiorentino, verranno distribuiti dei “messaggi contro l’omofobia”, brevi frasi tratte dalla Bibbia o altri testi per ricordare che il messaggio cristiano è una vocazione alla carità che implica l’accoglienza di tutti in particolare di chi è rifiutato.Il corteo della fiaccolata inizierà alle 20.15 davanti alla chiesa degli Innocenti in piazza S.S Annunziata proseguirà verso il Duomo per poi dirigersi verso piazza della Repubblica, Palazzo Strozzi, via della vigna Nuova per approdare infine in Borgo Ognissanti verso le 21 dando così inizio alla veglia di preghiera. Un momento della Veglia sarà dedicato anche a un gesto di carità concreta attraverso una raccolta fondi promossa da Fondo Samaria che verrà destinata a opere di solidarietà in favore di chi è emarginato.

L’iniziativa promossa dal gruppo Kairos cristiani omosessuali di Firenze si inserisce tra gli eventi in programma per la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la trans fobia del 17 maggio. Nei giorni precedenti o successivi a questa data infatti cristiani di tutte le chiese in Italia e nel mondo si riuniscono in veglie ecumeniche per ricordare chi ancora molti paesi è perseguitato e ucciso a causa della propria diversità sessuale ma anche chi, proprio vicino a noi, ancora non si accetta e fa fatica a sentirsi a casa nella propria chiesa e in famiglia.
Le veglie di quest’anno saranno tutte ispirate dal versetto biblico: “Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; sono stupende le tue opere” (Salmo 139, 14)”. Per questo anche a Firenze la fiaccolata e la preghiera ecumenica che seguirà vogliono essere un gesto di luce e di speranza per tutti. Come ricorda il Salmo, a volte per buttare giù i muri della diffidenza, dell’ incomprensione, dell’odio basterebbe avere fiducia nel Creatore che non disprezza mai nulla di ciò che ha creato.
Le veglie sono una consuetudine ormai che si rinnova dal 2007 quando per la prima volta a proprio a Firenze alcuni omosessuali credenti del gruppo Kairos decisero di pregare insieme a seguito di un tragico evento: Matteo un giovane adolescente si era tolto la vita a causa delle vessazioni dei compagni di scuola. Da allora in molte città italiane e in diverse città del mondo tanti cristiani di diversa provenienza si riuniscono ogni anno per pregare fare memoria delle tante vittime e dire basta alle discriminazioni.

Oltre al gruppo Kairos ad oggi hanno aderito alla veglia di Firenze: Chiesa Battista di Firenze, Parrocchia di Sant’Andrea in Percussina, Associazione IVES di Pistoia, Chiesa Anglicana di St. Mark, Comunità Le Piagge, Associazione scout CNGEI, Chiesa Veterocattolica, Parrocchia di Santa Maria Maggiore a Pistoia

.
La Veglia del 20 maggio fa parte delle iniziative organizzate dalle comunità cristiane fiorentine nell’ambito della “Settimana di preghiera e riflessione per le vittime dell’omofobia 2015“. Info e programma le trovi qui (file PDF).