A Milano una veglia che si fa ponte tra le chiese

Il rischio che si corre, di fronte a tanti episodi di omofobia e di transfobia, è quello di rispondere all’odio con l’odio, di ricambiare il male con il male. Un rischio comprensibile, ma estraneo alla logica del Vangelo. Una logica che ci invita a porgere l’altra guancia e che ci chiede di non lasciarci vincere dal male, ma di vincere con il bene il male (Rom 12,21).

Una logica che non rinuncia alla giustizia, ma che impone la giustizia con il bene, perché non c’è peggior punizione per chi ci odia che quella di essere stretto dal nostro abbraccio benedicente mentre gli sussurriamo: «Anche se tu mi odi, io continuerò a volerti bene».

Per chiedere a Dio di vincere con l’amore il clima d’odio, di cui sono vittima le persone omosessuali e transessuali, venerdì 12 maggio 2017 veglieremo anche a Milano.

Inizio alle 21 nel TEMPIO VALDESE di via Francesco Sforza 12/A (MM1 San Babila MM3 Crocetta) da cui ci recheremo nella chiesa cattolica di SANTA MARIA DELLA PASSIONE di Via Vincenzo Bellini 2 (MM1 San Babila).

INFO> Manifesto > Facebook

Annunci