Vota anche Tu il versetto biblico che unirà TUTTE le veglie 2020

Le veglie di preghiera per il superamento della violenza dell’omotransfobia sono una consuetudine che si rinnova dal 2007. Da allora in molte città italiane e in diverse città del mondo tanti cristiani e comunità, evangeliche e cattoliche, si riuniscono ogni anno per pregare e fare memoria delle tante vittime omo-transfobia e per dire basta a tutte le discriminazioni.

Scegli anche tu il versetto biblico che unirà quest’anno TUTTE le veglie ecumeniche e i culti domenicali che avranno luogo in occasione del 17 maggio (Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia). Il versetto che avrà avuto il maggior gradimento unirà le comunità cristiane che veglieranno insieme in per dire “no” alla violenza dell’omo-transfobia.

Si potrà votare sino alla mezzanotte di sabato 15 febbraio 2020 basta cliccare, anche da cellulare, su http://bit.ly/20VEGLIE e PassaPAROLA, dai voce alla speranza.
.
.
I volontari e le volontarie del Progetto e de LA TENDA DI GIONATA
.
Le chiese siano “Santuari di accoglienza” contro ogni violenza e discriminazione sulle persone LGBT. In occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia del 17 maggio, la pastora Mirella Manocchio, presidente dell’Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia, invita le chiese ad essere “santuari di accoglienza e sostegno” per chi è discriminato a causa del proprio orientamento sessuale che ha visto l’adesione del presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), pastore Luca Maria Negro, del decano della Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI), pastore Heiner Bludau, e del presidente dell’Unione cristiana evangelica battista d’Italia (UCEBI), Giovanni Arcidiacono.
La moderatora Valdese sull’omosessualità: “Aprire le porte a chi è stato lasciato fuori”. Intervista di Luca Baratto alla pastora Bonafede pubblicata sul mensile Confronti nel Gennaio 2008
.Nelle diocesi per superare l’omofobia. Veglie e preghiere guidate dai vescovi. Articolo di Luciano Moia pubblicato sul giornale Avvenire del 16 maggio 2018, pag.18
.

Come sono nate a Firenze le veglie per le vittime dell’omofobia? Riflessioni a cura del gruppo Kairos, cristiani LGBT di Firenze