Preghiera dell’Arcivescovo di Palermo per la Giornata Internazionale per il superamento dell’omofobia

il

Intenzione di preghiera Corrado Lorefice dell’Arcivescovo di Palermo in occasione del 17 maggio 2022, giornata Internazionale per il superamento dell’omofobia

17 maggio 2022. In questa Giornata Internazionale per il superamento dell’omofobia come comunità cristiane, insieme a quanti e quante si spendono fattivamente a rendere fraterna e pacifica la casa comune, impegniamoci a prendere le distanze da ogni pregiudizio e discriminazione, da ogni paura che fa individuare nemici e innalzare muri. Assumiamo e imitiamo lo stile di Dio che ci ha manifestato Gesù di Nazareth: Egli non lascia indietro nessuno, nessuno gli è estraneo, tutti raggiunge, tutti accoglie, tutti sono destinatari del suo amore compassionevole, del fremito del suo grembo paterno.

E perché si diffonda una cultura del rispetto e dell’accoglienza e ciascuno – senza distinzioni di orientamento sessuale – sia riconosciuto come persona e conosca la vicinanza e l’amore sconfinato di Dio, facciamoci provocare dal volto solcato dalle lacrime ma carico di tenerezza di tante mamme e papà che portano il peso del travaglio e della discriminazione dei loro figli.
Ci provochino nell’edificare comunità cristiane fraterne e sinodali, aperte all’accoglienza, dove tutti possono essere ascoltati, accompagnati e valorizzati. Siano memoria vivente dei riflessi del volto materno e paterno di Dio che accoglie sempre a casa e fa festa per i figli attesi e ritrovati.
Ci aiutino a sgombrare i cuori dai macigni che siamo pronti a sferrare, perché ritornino ad essere cuori di carne animai dal Soffio vitale dell’amore di Dio, capaci di riconoscere e amare come ama Dio.

«Dio prima ancora di crearci ci ha amati, di un amore che non è mai venuto meno, né mai svanirà. E in questo amore Egli ha fatto tutte le sue opere, e in questo amore Egli ha fatto in modo che tutte le cose risultino utili per noi, e in questo amore la nostra vita dura per sempre. […] In questo amore noi abbiamo il nostro principio, e tutto questo noi lo vedremo in Dio senza fine» (Giuliana di Norwich, Il libro delle rivelazioni).

Palermo, 2 maggio 2022

+ don Corrado Lorefice

Pubblicità