Da Lisbona ad Amsterdam con le Veglie di preghiera contro l’omofobia

Articolo di Luca Kocci pubblicato su Il manifesto il 17 maggio 2014

Da Lisbona ad Amsterdam, da Madrid a Liverpool, poi Siviglia, Porto e Barcellona. In molte città europee questa sera e domani si svolgeranno veglie contro l’omofobia e la transfobia organizzate dai gruppi degli omosessuali credenti. Appuntamenti quasi sempre di carattere ecumenico ospitati nelle chiese cattoliche, valdesi, metodiste, luterane e anglicane.
Un tema tabù nella Chiesa dei «principi non negoziabili» quello dell’omosessualità, parzialmente riaperto dopo le parole di papa Francesco, l’estate scorsa, sul viaggio di ritorno dalla Giornata mondiale della gioventù di Rio: «Chi sono io per giudicare un gay?».

Affermazioni che mostrano un approccio pastorale più aperto ma che non modificano di una virgola la dottrina cattolica, nella quale gli atti omosessuali sono considerati «gravi depravazioni», «intrinsecamente disordinati» e «contrari alla legge naturale». E che soprattutto non piegano la rigidità della maggior parte degli espiscopati europei.
Continue reading Da Lisbona ad Amsterdam con le Veglie di preghiera contro l’omofobia

“Brutto frocio!”. La mia esperienza con l’insulto simbolo dell’omofobia

Testimonianza di Marco P. letta alla Veglia per le Vittime di Omofobia e Transfobia di Roma del 16 maggio 2014

Io non ho mai subito atti di omofobia, non direttamente. Sono stato fortunato. Finora.
E quello che vorrei fare è di trasmettere un messaggio di speranza, ancora più importante in un momento, come l’attuale, in cui ci troviamo di fronte ad una recrudescenza di omofobia; ad un tentativo, organizzato, di riportarci indietro. E lo vorrei fare raccontando la mia cinquantennale esperienza con l’insulto simbolo dell’omofobia. Ovvero ‘brutto frocio’.
Per farlo parto da lontano. Continue reading “Brutto frocio!”. La mia esperienza con l’insulto simbolo dell’omofobia

“Accoglietevi”. Contro l’omofobia capire è accettare

Articolo di Delia Vaccarello tratto da L’Unità del 14 maggio 2014, pag.18

“Accoglietevi gli uni gli altri come Cristo ha accolto voi”, è questo il versetto biblico che aprirà le veglie di preghiera contro l’odio nei confronti di omosessuali e trans in questa settimana in cui cade la ricorrenza del 17 maggio, istituita ufficialmente dall’Unione Europea come giornata contro l’omofobia.
Il messaggio di accoglienza che innerva i vangeli – come abbiamo già sottolineato a proposito del bel libro di Paolo Rigliano “Gesù e le persone omosessuali” – è quello che dal punto di antropologico ispira i migliori momenti di contrasto alle discriminazioni e che si oppone ai fascismi di ieri e di oggi. Continue reading “Accoglietevi”. Contro l’omofobia capire è accettare

Cosa posso fare io di concreto contro l’omofobia?

Riflessioni di Gianni Geraci, portavoce del Guado di Milano

Carissimi, la notte scorsa un episodio di vandalismo e di intolleranza omofoba ha colpito il tempio valdese di Roma: alcuni ignoti hanno imbrattato la facciata sotto la grande bandiera Rainbow che annunciava l’adesione della comunità alla giornata internazionale contro l’omofobia, mentre sul lato dell’edificio che dà su via Marianna Dionigi sono comparse svastiche, croci uncinate e una scritta che spiega i motivi del gesto: “No froci”.
Intanto a Bergamo, nelle stesse ore, qualcuno ha imbrattato con commenti irripetibili i manifesti che, davanti al Tempio valdese della città, davano notizia della veglia per le vittime dell’omofobia di quest’anno.

Questi gesti debbono interpellarci tutti, così come ci debbono interpellare le dichiarazioni di quelli che parlano di un “complotto della lobby gay” o i volti fissi e pieni di livore nei nostri confronti di quanti fanno il sacrificio di restare in piedi per più di un’ora con un libro in mano per impedire l’approvazione di una legge contro l’omofobia.
Di fronte a questi gesti non basta starsene seduti in casa davanti al PC e strillare la propria indignazione alla rete, in attesa di ricevere tanti “mi piace”. Continue reading Cosa posso fare io di concreto contro l’omofobia?

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.697 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: